PuntaProsciutto Logo
  • Home
  • Blog
  • Il Salento in cartina: ecco i principali posti da visitare
Salento in cartina

Il Salento in cartina: ecco i principali posti da visitare

Baciato dal sole, accarezzato dal vento, bagnato da due mari che lambiscono morbide spiagge di sabbia e rocciose scogliere, il Salento si distingue dal resto della Puglia per storia, lingua e tradizioni.

Se pensate di raggiungere il Salento e lasciarvi conquistare dal suo calore, dalla sua cucina, i suoi profumi, i suoni e i suoi colori contrastanti, dovete leggere assolutamente il nostro articolo: abbiamo creato per voi un bellissimo itinerario, una vera cartina del Salento con le riserve naturali più belle, le Masserie più caratteristiche, le maggiori città, i borghi più antichi e le spiagge più famose.

Niente paura se arrivate nel Salento senza auto, attraverso le linee principali delle ferrovie del sud est, che in estate si integrano con il servizio Salentoinbus, potrete raggiungere le località e le spiagge più belle del Salento.

Dove si trova la zona del Salento?

Il Salento, noto anche come penisola Salentina, è una regione della Puglia sud-orientale, bagnata dal Mar Ionio a ovest e dal Mar Adriatico a est e comprende la provincia di Lecce, la parte orientale della provincia di Taranto e parte di quella di Brindisi.

Dove si trova la zona del Salento?

Quali sono le città più belle che fanno parte del Salento?

Ecco un elenco per andare alla scoperta delle città più belle del Salento!

  • Ostuni (BR)

È arrampicata su un alto colle la bianca Ostuni, al suo interno nasconde vicoli, piazzette, corti, ripide scalinate stradine aggrovigliate sulle quali si affacciano le caratteristiche casette, negozietti di artigianato e ristorantini. L’atmosfera magica, i profumi della tradizione e i meravigliosi scorci fanno di Ostuni uno dei gioielli del Salento!

  • Porto Cesareo (LE)

Resa celebre per le sue meravigliose spiagge e circondato da case vacanza, Porto Cesareo è ricca di vita in estate: sagre enogastronomiche, eventi musicali e mercatini. Passeggiate per le vie del centro tra i negozietti di artigianato locale e ristorantini o sull’incantevole lungomare con la Torre Cesarea sullo sfondo e gustate un aperitivo guardando il tramonto sull’Isola dei Conigli.

  • Otranto (LE)

Mare, storia, divertimento, un piccolo gioiello affacciato sul Mar Adriatico il cui centro storico racchiude edifici di grande interesse e tradizioni. Nei pressi di Otranto si trova anche la cava di Bauxite uno dei tesori naturalistici del Salento e Punta Palascia il punto più a est di Italia.

Escursione a cavallo ad Otranto (Circolo ippico Tumara )

Il Circolo Ippico Tumara situato ad Otranto da anni lavora nel mondo dell'equitazione e organizza fantastiche escursioni a cavallo in luoghi unici e...

A partire da 57.00

Dettagli


  • Calendario

    Esempio servizio Extra 20






  • Indirizzo

    Circolo Ippico Tumara, Via Vicinale Sant'Emiliano, Otranto LE, Italia
  • Lingue

    Italiano - inglese
  • Gallipoli (LE)

Circondata dal meraviglioso mar Ionio, Gallipoli “la città bella” è caratterizzata dal borgo nuovo e dal suggestivo centro storico, nel quale ci si arriva attraversando un ponte storico alla cui estremità si erge l’imponente Castello Angioino.

Il centro racchiude viuzze piene di locali e botteghe di artigianato, scorci particolari e profumi del Salento e custodisce antichi edifici storici come la bellissima Cattedrale di Sant’Agata.

  • Lecce

Capitale barocca del sud Italia, un museo a cielo aperto che custodisce chiese, palazzi, edifici storici e scenografiche piazze; passeggiare tra i vicoli caratteristici e gustare i sapori di questa città viva e accogliente è un’esperienza da non perdere!

Escursione a cavallo ad Otranto (Circolo ippico Tumara )

Il Circolo Ippico Tumara situato ad Otranto da anni lavora nel mondo dell'equitazione e organizza fantastiche escursioni a cavallo in luoghi unici e...

A partire da 57.00

Dettagli


  • Calendario

    Esempio servizio Extra 20






  • Indirizzo

    Circolo Ippico Tumara, Via Vicinale Sant'Emiliano, Otranto LE, Italia
  • Lingue

    Italiano - inglese

Escursione a cavallo nella Riserva Naturale le Cesine (Maneggio Piccolo Ranch)

Una fantastica escursione a cavallo nella meravigliosa area della Riserva Naturale delle Cesine, Oasi del WWF, e nelle spiagge limitrofe presso Il maneggio del...

A partire da 25.00

Dettagli


  • Calendario

    Esempio servizio Extra 20






  • Indirizzo

    il Piccolo Ranch, San Cataldo, LE, Puglia, Italia
  • Lingue

    Italiano

Quali sono le spiagge da visitare in Salento?

Quali sono le spiagge da visitare in Salento?

Pochi giorni di vacanza nel Salento e non sapete quale scegliere tra le tante spiagge? Di seguito una lista delle più belle!

  • Punta Prosciutto, Porto Cesareo (LE)

Le acque cristalline e poco profonde, le dune, la sabbia bianca e soffice e l’ambiente selvaggio hanno reso Punta Prosciutto una delle spiagge più rinomate del Salento, sconsigliata in alta stagione (se non al mattino o al tramonto) è indubbiamente una delle spiagge da visitare!

Escursione a cavallo Porto Cesareo (Maneggio Sette Nani)

Un'indimenticabile passeggiata a cavallo nelle spiagge del Salento. Il maneggio di Porto Cesareo offre escursioni suggestive e caratteristiche nelle...

A partire da 30.00

Dettagli


  • Indirizzo

    Via Torre Colimena, Punta Prosciutto, Porto Cesareo, Lecce, Puglia, Italia
  • Torre Dell’Orso, Melendugno (LE)

La spiaggia di Torre dell’Orso è caratterizzata da dune basse, sabbia finissima color argento e un mare azzurro e trasparente dal quale si ergono due faraglioni sui quali aleggia un’antica leggenda. Con una bellissima pineta alle spalle, la spiaggia è divisa tra tratti liberi e lidi attrezzati.

  • Baia dei Turchi, Otranto (LE)

Attraversando una verde pineta si arriva alla meravigliosa baia dei Turchi, un piccolissimo angolo di paradiso (rientrante nei 100 posti tutelati dal FAI), dalla sabbia bianca e fine, le acque celesti e i fondali digradanti. La piccola spiaggia si divide tra un tratto libero e un lido, ma date le ridotte dimensione si consiglia di arrivare al mattino sul presto.

  • Maldive del Salento, Pescoluse (LE)

Il nome presenta già la spiaggia, acqua dalle sfumature tropicali, sabbia bianca e finissima, fondali bassi, isolotti che emergono dal mare con dune, acacie e tamerici ad impreziosirla. Tra un lido e l’altro in cui potrete passare una vacanza tra confort di ogni genere, esistono piccoli tratti di spiaggia ma solitamente molto affollati.

  • Torre San Giovanni, Ugento (LE)

È una delle marine più belle di Ugento, un mare limpido che abbraccia scogliere ideali per gli amanti dei tuffi e, a partire dal caratteristico faro, ampie distese di sabbia bianca e fine. Sono presenti tratti di spiaggia libera e lidi attrezzati indicati sia a chi vuole divertirsi tutto il giorno che a chi cerca solo pace e relax.

  • Torre Pali, Salve (LE)

La spiaggia di Torre Pali ricorda un paesaggio da cartolina: un porticciolo, un’antica torre diroccata che si riflette nelle acque limpide, fondali bassi e sabbia bianca. Spostandosi verso Gallipoli la costa diventa leggermente rocciosa e meno affollata.

Sono presenti tratti di spiaggia libera, stabilimenti e lidi.

Quali sono le riserve naturali da vedere in Salento?

Quali sono le riserve naturali da vedere in Salento?

Il Salento vanta alcune delle aree protette e riserve naturali più belle d’Italia, di seguito alcune tra le più suggestive.

  • Riserva Naturale della Foce del Fiume Chidro, San Pietro in Bevagna (TA)

È in questa bellissima riserva che il limpido fiume Chidro, attraversando la verde macchia mediterranea, sfocia nel Mar Ionio. Esplorare i fondali ricchi di vita o passare dall’acqua calda del mare a quella freddissima del fiume è un’esperienza unica e tonificante!

  • Riserva della Salina dei Monaci, Manduria (TA)

E una delle riserve più suggestive della Puglia, separata dal limpido mare da un piccolo lembo di spiaggia di sabbia ambrata, è circondata da dune sabbiose e incorniciata dalla macchia mediterranea; utilizzata un tempo per la raccolta di sale marino oggi è un ottimo luogo per praticare il birdwatching. Ecco una guida completa sulla Riserva della Salina dei Monaci.

Tra le varie specie di uccelli, ospita i fenicotteri rosa ed è uno spettacolo emozionante vederli librarsi nel cielo tra i profumi di mirto, corbezzolo ed erica.

  • Riserva Naturale dei Laghi Alimini, Otranto (LE)

Situata a circa 8 km a Nord di Otranto, la riserva comprende due bacini d’acqua non balneabili, l’Alimini Grande e l’Alimini piccolo, circondati da folte pinete e dalla macchia mediterranea, tra la ricca fauna compaiono molte specie di uccelli migratori e non è raro avvistare i fenicotteri rosa e la cicogna bianca.

  • Palude del Conte e Duna Costiera, Porto Cesareo (LE)

La riserva comprende il sistema dunale, la penisola della Strea, gli isolotti dell’arcipelago di Porto Cesareo, la collina “Belvedere”, le “spunnulate” (doline) di Torre Castiglione, ciò che oggi rimane del Bosco d’Arneo con le sue verdi pinete e la zona Palude del Conte caratterizzata da giunchi e salicornieti che rifocillano uccelli come il Martin pescatore e l’usignolo di fiume. Un meraviglioso mosaico di ecosistemi diversi consigliato a chi ama la tranquillità a contatto con la natura.

  • Parco Naturale Regionale Porto Selvaggio e la Palude del Capitano, Nardò (LE)

Quest’area tra il verde delle pinete e della macchia mediterranea e un mare limpido e turchese, abbraccia coste rocciose e frastagliate che si susseguono a tratti di spiaggia dalla sabbia bianca e soffice, grotte, come la famosa Grotta del Cavallo e torri costiere. Avventuratevi nei percorsi tra le acacie, i pini d’Aleppo e le tamerici, giungete alla piccola Baia di Porto Selvaggio e godetevi lo spettacolo!

  • Parco Naturale e Regionale Isola di Sant’Andrea E Litorale di Punta Pizzo, Gallipoli (LE)

Comprende la piccola, rocciosa e arida Isola di S’Andrea, che oltre ad aver sviluppato un ecosistema incontaminato rappresenta l’unico sito di nidificazione della specie rara di gabbiano corso; le bellissime spiagge del litorale, la lussureggiante macchia mediterranea e le pseudo-steppe mediterranee ed ospita diverse specie vegetali e animali, tra cui domina il cavaliere d’Italia; un mosaico naturale unico e imperdibile.

È possibile scoprire le bellezze del parco a piedi, organizzando fantastiche escursioni a cavallo o in bici attraverso affascinanti percorsi.

I borghi più antichi del Salento

I borghi più antichi del Salento

Ecco i borghi più antichi del Salento, piccoli gioielli, località importanti che hanno molto da raccontare e mostrare.

  • Acaya (LE)

Situato nell’entroterra, il borgo di Acaya è l’unico ad avere conservato la fortificazione originaria del Seicento uscendo indenne dai terribili attacchi saraceni. Il Castello e i torrioni si ergono ancora maestosi, le strade interne, pianificate militarmente, sono dritte e ben distanziate a differenza degli altri centri storici.

Fermarvi ad Acaya sarà fare un viaggio indietro nel tempo.

  • Santa Cesarea (LE)

Terme, palazzi, ville signorili dallo stile moresco che si specchiano su un mare limpido e azzurro, grotte preistoriche, torri e faraglioni che regalano scenari incantevoli.

Un borgo elegante per rilassarvi tra scenari spettacolari.

  • Castro (LE)

Castro regala uno scenario contrastante: su un promontorio si erge il borgo medioevale, Castro Superiore, con le casette bianche, il castello e le fortificazioni e la cattedrale mentre la parte portuale, Castro Marina, brulica di pescatori che partono al mattino presto e riforniscono con il loro bottino i ristorantini nei quali potrete gustare dell’ottimo pesce fresco guardando il mare profondo che si infrange sulla costa alta e rocciosa.

Qui si trova anche una delle grotte più rinomate al mondo, la Zinzulusa, consigliatissima un’escursione in barca al suo interno!

  • Specchia (LE)

Il Castello Risolo, i frantoi ipogei, il centro storico con le sue tortuose stradine, i muretti a secco, le caratteristiche scalinate, le numerose chiese, i palazzi dotati di portali catalani e barocche, le logge in ferro e le cornici in pietra leccese hanno fatto ricevere a Specchia nel 2013 l'ambito riconoscimento di comune «Gioiello d’Italia”.

  • Calimera (LE)

Il borgo di Calimera appartiene alla Grecia salentina, è ricco di testimonianze artistiche a architettoniche, tra cui le Chiese, la stele marmorea donata dalla città di Atene custodita nei giardini pubblici, il Dolmen e i Monumenti Sepolcrali siti nei dintorni del centro abitato.

  • Santa Maria di Leuca (LE)

Arriviamo al borgo più al sud del Salento con le ville ottocentesche che si affacciano sul mare, le grotte, il Faro, le cascate, la bellissima basilica di Santa Maria de Finibus Terrae e l’abbraccio tra lo Ionio e l’adriatico che in alcuni condizioni è possibile vedere regalando uno spettacolo davvero stupefacente.

Antiche masserie e agriturismi da visitare in Salento

Antiche masserie e agriturismi da visitare in Salento

Irrinunciabile nella vostra vacanza nel Salento una visita alle antiche Masserie e agli agriturismi, è lì che tra i muri in pietra e le volte a stella potrete respirare le atmosfere della cultura salentina più autentica.

  • Masseria L’Uliveto, Otranto (LE)

Completamente immersa nella natura, con orto e fattoria annessi, la masseria dispone di piscina e camere confort e delux in stile moderno conservando comunque dettali che richiamano i tempi antichi. Produce prodotti bio di qualità per la Trattoria tipica sita in loco.

  • Masseria Palombara, Oria (BR)

È un’antica costruzione del 1700 trasformata in un elegante bio-resort con camere e suite, piscina, centro benessere e un ristorante che utilizza i prodotti dell’adiacente orto biologico per realizzare piatti della tradizione in chiave evoluta.

  • Masseria Bandino, Otranto (Le)

Circondata da ulivi e agrumeti con una splendida vista sul porto di Otranto, Masseria Bandino è un edificio del 1700 trasformato in un country resort dotato di tutti i confort. Presso la Masseria Bandino è presente un ristorante la cui cucina tiene fede ai piatti della tradizione non trascurando comunque le nuove tendenze.

  • Masseria Pepe, Maruggio (TA)

La masseria nonostante i lavori di restauro conserva l’aspetto semplice ed essenziale delle masserie ioniche orientali, è sita a circa 1 km dalle spiagge del Salento più belle, nella quiete della campagna salentina e dispone di appartamenti con bagno e angolo cottura.

I protagonisti della cena in masseria sono i prodotti del territorio che pur lavorati con tecniche e strumenti contemporanei rispettano i sapori della tradizione.

  • Masseria Le Stanzie, Supersano (LE)

Questa antica Masseria del 500 d.C. è stata trasformata in un elegante e curato agriturismo dall’aria arcaica. Spazi infiniti, sale con camini e una bellissima corte fiorita in cui potrete cenare d’estate tra i muretti a secco e gli alberi di fico.

La masseria propone un menù fisso: antipasti, primi, secondi e dolce preparati secondo la tradizione locale, accompagni da vini pugliesi. I formaggi, la pasta, il pane e le confetture sono prodotti direttamente in masseria.


Tags: Vacanze salento


Autore: Veronica Iurlaro


Attività nelle vicinanze

Commenti

Articoli Collegati

Sign In


Non hai un account? Contatti