La Salina dei Monaci Punta Prosciutto Situata nell estremo nord occidentale della provincia di Lecce

La Salina dei Monaci

Con una superficie di circa 2,7 Km la Salina dei Monaci e le dune di Campomarino fanno parte della Riserva Naturale Regionale Orientata del Litorale Tarantino.

In passato la Salina era prettamente un luogo sabbioso e ancora oggi è collegata dal mare da un canale scavato nella roccia della scogliera. Sia per le mareggiate che per la presenza di un clima caldo negli anni qui si è depositato il sale marino.

Nel 1731 con l’arrivo dei monaci Benedettini, questa depressione sabbiosa, divenne una vera e propria fabbrica del sale. Per tale motivo fu dato il nome di Salina dei Monaci.

Venne costruito uno stabile per la lavorazione e il deposito del sale, un canale per gestire l’afflusso del mare, una torre di guardia e una cappella affrescata di cui oggi rimangono solo delle piccole macerie, dedicata alla Madonna del Carmelo.

Con la fine di questa breve storia, ne inizia una nuova a seguito della bonifica antimalarica negli anni del 1940, che portò a realizzare questo favoloso ambiente naturale ideale per la nidificazione di numerosi uccelli acquatici e migratori.

Ad esempio: il barbagianni, il capovaccaio, l’airone rosso e l’airone bianco, il martin pescatore, il picchio, lo scricciolo, il pettirosso, la capinera, l’usignolo, il merlo, il Cavaliere d’Italia, i cigni, germani reali, le gru e le oche selvatiche.

L’alto pregio botanico naturalistico e la bellezza dell’habitat creatosi negli anni hanno portato la Salina tra i Siti d’Interesse Comunitario (SIC).

La Salina dei Monaci Punta Prosciutto Situata nell estremo nord occidentale della provincia di Lecce 1
Fabbrica del sale salina dei monaci
La salina dei monaci fabbica sale
Salina monaci
La Salina dei Monaci Punta Prosciutto Situata nell estremo nord occidentale della provincia di Lecce 1 Fabbrica del sale salina dei monaci La salina dei monaci fabbica sale Salina monaci

Come raggiungere la Salina dei Monaci

La spiaggia della Salina è tra Torre Colimena e Specchiarica, situata lungo la costa ionica nel territorio di Manduria in Provincia di Taranto.

Sono distanti pochi chilometri dalle principali località turistiche della costa ionica: Punta Prosciutto, Torre Lapillo, Porto Cesareo e San Pietro in Bevagna.

Percorrendo la strada provinciale 122, verso sud, incontriamo un bivio che ci permette di svoltare per la Via Otranto.

La Via Otranto è una strada chiusa in cui è possibile trovare il Fefè Cafè situato all’inizio della strada. Un ottimo bar che offre anche gustosi piatti freschi.

Inoltre più avanti ci sono dei parcheggi a pagamento per poter custodire la propria auto e una sosta camper per chi sceglie di visitare la costa Salentina a bordo di una roulotte.

Alla fine della strada, è stata posizionata un'enorme roccia che delimita la strada dalla passerella come zona pedonale dove, solitamente, turisti e gente del posto percorrono le lunghe passeggiate e ammirano questo fantastico territorio.

La riserva naturale

La spiaggia, ricoperta dalla macchia mediterranea presenta una forte vegetazione tipica di un ambiente costiero.

Possiamo ammirare questa riserva naturale percorrendo una passerella che inizia dalla scogliera di Torre Colimena fino alla scogliera che delimita la spiaggia della Salina con quella di Specchiarica.

Una bella e lunga passeggiata da fare con la famiglia e amici, in cui potrete ammirare un ambiente meraviglioso e curato con steppe salate, perticaia costiera di ginepri, dune, percorsi substeppici di graminacee e praterie di Posidonia oceanica.

La spiaggia e il mare della Salina

Una passerella con le staccionate in legno separa il laghetto della Salina dei Monaci dalle dune sul mare. Bisogna parcheggiare macchine e scooter dove termina la strada e percorrere a piedi qualche decina di metri a seconda del punto di spiaggia che si sceglie.

Molti arrivano in bicicletta a due passi dal mare. Il percorso è una panoramica suggestiva su uno specchio d'acqua popolato dai chiassosi ed eleganti Cavalieri d'Italia, dai fenicotteri che sostano in gruppo al centro del bacino e dalle gabbianelle che fanno la spola sulla riva del mare in cerca di piccoli pesci.

Scavalcate le dune appare la lunga e larga spiaggia della Salina: chi la frequenta sa di ritrovare delle peculiarità che la distinguono dagli altri lidi.

La sabbia, di colore ambrato e ricca di conchiglie è tanto grossolana che sembra di sprofondare quando si percorre.

Il mare trasparente si adatta ai toni dei colori circostanti e già in prossimità della battigia supera il metro di profondità.

Essendo abbastanza grande, i gruppi di amici e famiglie organizzano giochi di gruppo in spiaggia, allestendo campi da beach tennis, beach volley, beach volleyball e tanti altri giochi, godendosi intere giornate divertendosi in piena tranquillità.

La sabbia si presenta con granelli più spessi rispetto ad altre località come Punta Prosciutto, conservando allo stesso tempo morbidezza e un colore tendenzialmente dorato.

L’azzurro del mare, completa questo meraviglioso ambiente incontaminato. Alcuni tratti dei fondali sono caratterizzati da una presenza di scogli lisci che danno l'impressione di essere in una piscina naturale.

La profondità del mare è subito nota a pochi passi dal bagnasciuga, l’ideale per gli amanti delle immersioni e sport subacquei.

Una parte della spiaggia presenta scogli, l’ideale per mettersi pinne e boccaglio per ammirare i fondali e la vita sottacqua.

Spiaggia monaci mare
Spiaggia salina monaci
Saline monaci
Salina tramonto
Salina monaci spiaggia
Salina dei monaci spiaggia salento
Salina dei monaci spiaggia
Salina dei monaci mare
Spiaggia monaci mare Spiaggia salina monaci Saline monaci Salina tramonto Salina monaci spiaggia Salina dei monaci spiaggia salento Salina dei monaci spiaggia Salina dei monaci mare

Luogo ideale per praticare birdwatching

Alcune pratiche sportive non possono essere svolte se non ci sono gli ambienti giusti.

Lo birdwatching è il passatempo ideale per questa meravigliosa riserva naturale dove i turisti e anche gente del posto possono ammirare i fenicotteri rosa e tanti altri uccelli acquatici che scelgono questo luogo per nidificare e riprodursi.

Le giornate finiscono con spettacolari tramonti, che colorano il cielo e il mare come una tavola che riprende tutte le sfumature del rosso. In questa atmosfera tranquilla e naturale è possibile ascoltare i suoni e i canti degli uccelli regalando momenti unici.

Salina dei Monaci fenicotteri  birdwatching

Commenti

Articoli Collegati

Sign In


Non hai un account? Contatti